L'AFRICA A ROMA 2000 ANNI FA. Letteratura e spiritualità africana nel mondo latino dei primi secoli del Cristianesimo

Posted in Home.

Chiesa di S. Agostino, piazza di S. Agostino, 80, ore 15.30

 
 
La basilica dedicata al Padre della Chiesa e filosofo Agostino d’Ippona e custode delle spoglie di S. Monica, sua madre, sarà lo sfondo per un percorso a due voci attraverso il mondo letterario e spirituale africano dei primi secoli della Chiesa latina.
 

Quota di partecipazione € 10,00 

Prenotazione obbligatoria per tutti gli eventi al numero 366 9639836 ( i gruppi partiranno con un numero minimo di 10 adesioni). Parte degli incassi sarà devoluto al sostegno del progetto Festa d’Africa.

 

I BASSIFONDI DEL BAROCCO e VILLA MEDICI

Posted in Home.

Ore 16.00, Viale della Trinità dei Monti, 1

L'Accademia di Francia a Roma – Villa Medici presenta dal 7 ottobre 2014 al 18 gennaio 2015 nelle Grandes Galeries la mostra I Bassifondi del barocco. La Roma del vizio e della miseria, curata da Francesca Cappelletti, professore di storia dell'arte moderna dell'Università degli Studi di Ferrara, e Annick Lemoine, responsabile del dipartimento di Storia dell'arte dell'Accademia di Francia a Roma e professore all'Università di Rennes 2. I Bassifondi del barocco svela il lato oscuro e indecoroso della Roma barocca, quello dei bassifondi, delle taverne, dei luoghi di perdizione. Una Roma "alla rovescia", abitata dai vizi, dalla miseria e da eccessi di ogni tipo, che è all'origine di una stupefacente produzione di opere, ricca di paradossi e invenzioni destinati a sovvertire l'ordine stabilito. La mostra presenta più di cinquanta opere, realizzate a Roma nella prima metà del XVII secolo da artisti provenienti da tutta l'Europa, dai più importanti musei europei, ma anche opere che fanno parte di collezioni private, raramente esposte in pubblico.
Sarà anche l'occasione per visitare uno dei gioielli romani, la Villa cinquecentesca che fu del cardinale Ferdinando de' Medici, raffinato estimatore dell'antico.
Ore 16.00 - Appuntamento davanti all'Accademia di Francia a Roma - Villa Medici


Quota di partecipazione € 10,00 (visita guidata); biglietto d'ingresso € 12,00 (intero), € 6,00 ridotto (Carta studenti, Romapass, Metrebus, Cartapiù, La Feltrinelli, Bibliocard, FAI, Romaeuropacard)

LA BASILICA DI S. PAOLO F.L.M. E I NUOVI SCAVI ARCHEOLOGICI CON BRUNCH DAL MIND

Posted in Home.

Ore 10.30 - Piazzale S. Paolo, 1

Dopo il grande successo della visita al cimitero acattolico e il brunch di ispirazione anglosassone, scopriamo i nuovi scavi archeologici e i segreti della Basilica di S. Paolo fuori le mura con un'archeologa che vi ha scavato!
Il complesso della Basilica di S. Paolo f.l.m. custodisce una tradizione bimillenaria legata al culto dell'apostolo Paolo a Roma. La sua origine è legata alla presenza della tomba dell'apostolo, sepolto nell'area del cimitero ostiense a seguito del martirio, avvenuto durante la prima grande persecuzione contro la comunità cristiana di Roma in età neroniana. In quel luogo venerato si sono susseguite ben tre basiliche nel corso dei secoli ed i recenti scavi archeologici hanno messo in luce i resti del monastero medievale che fiancheggiava la chiesa e che aveva un'importante funzione di accoglienza per i numerosi pellegrini arrivati a Roma per visitare le tombe dei martiri. Nello splendido chiostro medievale dell'attuale abbazia benedettina si conserva inoltre un'importante collezione di reperti archeologici ed una pinacoteca, che custodisce, tra l'altro, una preziosa bibbia miniata del IX secolo.

Quota di partecipazione € 10,00; Ingresso al chiostro e all'area archeologica € 2,00; auricolari (obbligatori per la visita alla Basilica) € 1,20 a persona
Ore 10.30, appuntamento presso ingresso della Basilica (piazzale S. Paolo)
Ore 13.00, via F. Nansen, 62 brunch a tema da Mind / Cibo per la mente, € 15,00 (bevande escluse)
Attenzione! Per via del numero chiuso dei posti per il brunch, la prenotazione è obbligatoria.

HENRI CARTIER BRESSON - VISITA GUIDATA MUSEO DELL'ARA PACIS

Posted in Home.

ore 10.30 - Museo dell’Ara Pacis, via di Ripetta

Racchiudere Henri Cartier Bresson nel limite di alcuni aggettivi sarebbe come impedire alla sua arte di respirare, di offrirci il suo sguardo ampio e profondo, di non ascoltare la poesia che sapeva rendere immagine nei suoi scatti. Prendendo spunto dalla grande retrospettivaproveniente da Centre Pompidou di Parigiproveniente dal Centre Pompidou di Parigi che si sta svolgendo a Roma, al Museo dell’Ara Pacis, ripercorreremo l’immenso corpus d'immagini prodotte dal grande artistaproveniente dal Centre Pompidou di Parigi che si sta svolgendo a Roma, al Museo dell’Ara Pacis, ripercorreremo l’immenso corpus d'immagini prodotte dal grande artista proveniente dal Centre Pompidou di Parigi che si sta svolgendo a Roma, al Museo dell’Ara Pacis, ripercorreremo l’immenso corpus d'immagini prodotte dal grande artistache si sta svolgendo a Roma al Museo dell’Ara Pacis, ripercorreremo l’immenso corpus d'immagini prodotte dal grande artista. Il modo con cui ci avvicineremo a questo importante fotografo sarà il più possibile vicino al suo sguardo sempre intimo e pudico di cogliere la realtà senza mai aggredirla, senza mai renderla un giudizio. Conosceremo attraverso le sue stesse parole ciò che fu per lui la fotografia, la sua macchina fotografica, il mondo che incontrava fuori di sé osservandolo dentro di sé in una linea continua tra “anima, mente e cuore” come amava ripetere. Scopriremo la poliedricità con cui attraverso l’obbiettivo ha saputo rendere prolungamento nel tempo la frazione di istante, la composizione di un insieme, l’impressione di uno sguardo.

Biglietto ingresso solo museo: intero euro 11,00 - ridotto euro 9.00 Visita guidata euro 10,00

Biglietti ingresso Mostra- Intero € 11,00 - Ridotto € 9,00
Visita guidata € 10,00

Info e prenotazioni 366 9639836, infocalambì@gmail.com
www.calambi.it
                                                                              

 

APPUNTI DI VIAGGIO … Evento solidale per il Madagascar con Claudio Graziani

Posted in Home.

Ore 19.00, via del Conservatorio 73

"Lontana, oltre l'orizzonte ... l'isola del Madagascar. Chiamato il Continente Rosso per il colore della sua terra e per l'unicità della sua natura endemica, il Madagascar è un paese ricco e splendido ... ma con un'umanità allo stremo. Una mostra fotografica e una conversazione con l'autore, per intraprendere un viaggio attraverso gli occhi di chi da cinque anni lavora per ridare al popolo malgascio la speranza nel futuro.


Chi è Claudio Graziani? Lui si racconta così ...
Sono nato, in una fredda mattina di un lontano inverno, in una delle più belle città del mondo.
...una città che, con i suoi 2700 anni di storia, cultura ed arte, ha contribuito a plasmare il mio spirito e la mia forza. Curioso ed eclettico, ho viaggiato molto confrontandomi con le differenti culture del nostro pianeta, cercando sempre di esprimere con la fotografia le realtà in cui mi trovavo, dandogli di volta in volta un interpretazione personale.
A livello professionale mi sono dedicato al mondo del computer e della scuola, alternando il mio lavoro tra la Microsoft, dei server e delle reti, e l'insegnamento... fino ad integrare le due realtà per realizzare quello che da sempre è stato il mio obiettivo finale.
... Unire geografia, fotografia, computer e scuola per indirizzare il mio futuro verso il mondo della cooperazione internazionale reale. Dal 2009 collaboro con Stefano Palazzi e il suo "Progetto Globale in Madagascar, in un piccolo villaggio dell'isola di Komba (Nosy Komba) nel nord ovest del Paese.

Al fine di raccogliere fondi per il progetto, durante la serata sarà proposto un delizioso buffet di cucina malgascia con un contributo di € 15,00 e sarà possibile acquistare spezie e piccolo artigianato dell'isola, per idee regalo originali e solidali. Vi aspettiamo!
La prenotazione è caldamente consigliata per la gestione del buffet!

Cibo+poesia+video+pittura: Grande Cena Futurista! A tavola con Marinetti & co.

Posted in Home.

Ore 19:00, Via del Conservatorio 73

In occasione delle commemorazioni per il Centenario della Prima Guerra Mondiale, le associazioni Vita Romana e M'ARTE hanno deciso di chiudere l'anno all'insegna dello spirito avanguardistico e dirompente del più importante movimento artistico nell'Italia del primo Novecento. Tanto irruento da vedere nella guerra, appunto, "la sola igiene del mondo", il Futurismo, nonostante l'eccessiva idolatria modernista, l'interventismo e gli ambigui legami con in Fascismo, resta una delle avventure culturali più affascinanti del secolo scorso. Un'avanguardia totale che voleva rivoluzionare ogni aspetto della vita: la pittura, la scultura, il cinema, la moda, la politica, l'urbanistica... e anche la cucina! Trascorreremo la serata tra proiezioni, musica, storie, e insolite prelibatezze, seguendo le direttive date dallo stesso Marinetti nel "Manifesto della Cucina Futurista" del 1930.

Quota di partecipazione € 30,00, prenotazione obbligatoria

MENU

Antipasti

Inventina - la polibibita per trovare fulmineamente una nuova idea

(bevanda a base di moscato e succo d'ananas con cubetti di succo d'arancia, che sciogliendosi cambiano colore alla bibita)

Tra i due

(tramezzini di pan brioche con sgombro affumicato e banana)

Antipasto intuitivo

(cestini di arancia con salumi e sottaceti e frasi futuriste da leggere nascoste nel cestino)

Aerovivanda tattile

(oliva, quarto di finocchio e chinotto candito, da mangiare con la destra, mentre la sinistra tocca una tavoletta con 3 superfici: carta vetrata, velluto e seta, mentre i camerieri bagnano la nuca dei commensali con acqua di colonia e dalla cucina arriva rombo di aeroplano misto a Bach)

Primo

Risoverde - Formula del futurista Giachino, proprietario del Santopalato

(cupola di riso al burro su letto di crema di spinaci, ricoperto di ricca crema ai piselli e pistacchi)

Secondo

Carneplastico - interpretazione sintetica degli orti, dei giardini e dei pascoli d'Italia

(polpetta cilindrica di vitello, ripiena di 11 verdure, su spirale di salsiccia e dischi di pollo dorato)

Dolce

Ciliegiamammella

(mousse di ricotta e bitter rosso con ciliegie candite)

MERCATINO DI NATALE PRESSO LA SEDE DI VIA DEL CONSERVATORIO,73

Posted in Home.

 

Il 21 dicembre non prendete impegni!
Via del Conservatorio 73 aprirà le sue porte ed ad accogliervi troverete Archeogusto, archeologia sperimentale, artisti, artigiani, il mondo pet e tanti libri!

Vita Romana vi proporrà le sue Idee per la Cultura, come originale idea regalo per Natale ed ogni altra occasione.

Sarà presente La Bottega del Costume di Ombretta Luciani con una selezione delle sue creazioni storiche (e chissà se i vostri bambini potranno indossarne qualcuna!)

Saranno con noi artisti e artigiani con le loro produzioni, per un regalo di Natale originale e creativo. La Libreria archeologica con volumi di pregio. E potrete pensare anche ai nostri amici animali!

Inoltre ospiteremo l'Associazione Amici di Brezza che con oggetti di artigianato realizzati dalle volontarie assicura il sostentamento e le cure sanitarie ai cani e gatti del comune di Palombara Sabina.

 

Vi aspettiamo!